BODY CIRCUS

Non perdetevi:

BODY CIRCUS
Oristano – Pinacoteca comunale “Carlo Contini”
6 giugno 2014 – 19 luglio 2014
inaugurazione 6 giugno, ore 19.00

…partecipo anche io!

<Rendere socializzabile un corpo significa far sì che esso sia adatto e conforme all’idea/modello che la società stessa si è data rispetto a questo strumento/mezzo.             In questo senso non si può trascurare il fatto che il corpo venga comunque in ogni caso socializzato, vale a dire “pensato”, “trattato” e “modificato” dalle singole società.

Gli individui sanno perfettamente che il corpo possiede un linguaggio in sé e sotto questo aspetto esso diviene produttore di senso. Dal punto di vista del singolo, attraverso la corporeità, l’individuo fa divenire il mondo il metro della sua esperienza, ed è per questo che egli trasforma il proprio corpo “in un tessuto familiare e coerente, disponibile alla sua azione e permeabile alla sua comprensione.                                                                               Emettitore o recettore, il corpo produce continuamente senso, inserendo attivamente l’uomo (l’essere umano – ndM) all’interno di uno spazio sociale e culturale dato”                    (Le Breton 2000,pag.4)>

da Michela Fusaschi, I segni sul corpo – per un’antropologia delle modificazioni dei genitali femminili, Torino, Bollati Boringhieri, 2003

1381598_10203204018774907_1509375578526923542_n

This entry was posted in Arte Contemporanea, Fotografia and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *